Cous cous di cavolfiore –

Il couscous di cavolfiore, è un piatto leggero, facile da realizzare, economico. Perfetto per sostituire il couscous tradizionale di grano o riso. È versatile perché può essere mescolato con spezie, salse, servito freddo come parte di un’insalata o caldo come questa ricetta.

 

Il cavolfiore, legato ai broccoli, è composto per lo più di acqua, quindi il suo apporto calorico è molto basso. Esistono specie di colori diversi, come il giallo e il viola, ma qui di solito troviamo il bianco. Il suo odore caratteristico quando cuciniamo ha detrattori, soprattutto bambini. L’odore è dovuto alle sostanze fitochimiche della pianta, componenti meravigliosi che danno incredibili benefici al nostro corpo, soprattutto per disintossicare e prevenire le malattie.

Questa ricetta è stata fatta alcuni mesi fa in un corso di cucina e la gente l’adorava . È speciale per le persone che vogliono prendersi cura della loro dieta, per coloro che hanno bisogno di includere molte verdure in esso in un modo più creativo o semplicemente per gli appassionati di questo vegetale co

 couscous di cavolfiore

 couscous di cavolfiore

 couscous di cavolfiore

 couscous di cavolfiore

Couscous di cavolfiore

Ingredienti

Per il cous cous

1 cavolfiore

Sale

1 cucchiaio di olio d’oliva

1 spicchio d’aglio grattugiato

1 cucchiaino di curcuma

1 cucchiaino di scorza di limone

Per accompagnare

Salsa di tahine

Preparazione

  • Lavare il cavolfiore e rimuovere i grappoli dal tronco
  • Metti i grappoli nel processore e premi a poco a poco fino ad ottenere i grani della dimensione del riso. Se non hanno un processore, possono grattarlo.
  • Copri la base di una pentola o di una padella con un dito di acqua purificata.
  • Aggiungi il cavolfiore, sale e mescola. Livellare la superficie e coprire
  • Cuocere solo 5 minuti.
  • Riscalda la stessa padella, metti l’olio, l’aglio e la curcuma. Aggiungere il couscous di cavolfiore, mescolare alcuni secondi e rimuovere.
  • Aggiungere la scorza di limone.
  • Servire caldo accompagnato da salsa Tahine e Labneh.

 couscous di cavolfiore

 couscous di cavolfiore

 couscous cavolfiore

 couscous di cavolfiore

 couscous di cavolfiore

 couscous di cavolfiore [19659002]

 couscous di cavolfiore

 couscous di cavolfiore

Come ridurre lo stress da lavoro? Con prevenzione e trattamento

Per ridurre lo stress da lavoro, niente di meglio che prevenire.

 Ridurre il carico di lavoro

L’azione preventiva dovrebbe mirare ad identificare le condizioni dell’ambiente di lavoro che può causare danni psicosociali e stress. Conoscere le cause dello stress aiuterà il rimedio.

Le funzioni di prevenzione sono mirate a:

  1. Identificazione di possibili condizioni di lavoro dannose.
  2. Gestione del rischio o proposta di misure preventive volte a minimizzare conseguenze dei fattori di rischio valutati
  3. Eliminazione delle condizioni di lavoro dannose
  4. Follow-up delle misure implementate e valutazione della loro efficacia

Cosa si può fare per ridurre lo stress legato al lavoro?

Dobbiamo conoscere le cause che generano stress e studiare quali punti di intervento. La tensione può essere modificata rilevando l’attivazione fisiologica iniziale e il suo mantenimento o modificando pensieri, situazioni e comportamenti.

Misure generali

Si tratta di aumentare una serie di risorse personali nell’individuo per far fronte allo stress.

  1. Dieta adeguato con sufficiente equilibrio nutrizionale per soddisfare le esigenze energetiche dell’individuo e non causare stress.
  2. Esercizio fisico continuo e adeguato per facilitare la corretta scarica di stress emotivo e stress.
  3. Un buon sostegno sociale stabilendo l’appropriato social networks
  4. Promozione della distrazione e del buonumore

Tecniche cognitive

Il suo obiettivo sarebbe cambiare il modo di vedere la situazione

Riorganizzazione cognitiva che offre modi e procedure affinché una persona riorganizzi il modo in cui percepisce una situazione. Sostituire interpretazioni spiacevoli di una situazione con altre positive

Modifica di pensieri automatici e pensieri deformi

  • I pensieri automatici sono spontanei e tendono ad essere drammatici, assoluti e molto difficili deviare. L’individuo registrerà questi pensieri e ne valuterà l’importanza.
  • I pensieri deformati sono un altro tipo di pensieri che mettono in relazione tutti gli oggetti e le situazioni a causa di stress e sono risolti realizzando un’interpretazione descrittiva della situazione, le distorsioni utilizzate sono identificate ed eliminate dal ragionamento logico.

Detenzione di pensieri negativi sostituendoli con pensieri positivi.

👉 Benessere con pensieri positivi

Consapevolezza sistematica che controlla l’ansia e le reazioni minacciose alle situazioni

👉 Come gestire l’ansia in tre passi

 passi per ridurre lo stress del lavoro

Tecniche fisiologiche che controllano la situazione

Tecniche di rilassamento fisico con il rilassamento progressivo di Jacobson e il allenamento autogeno di Schultz. Consiste nel rilassamento progressivo di tutti i gruppi muscolari del corpo accompagnati da una respirazione diaframmatica profonda.

Tecniche di respirazione diaframmatica profonda che aiutano a rilassare il nostro corpo e la nostra mente.

Rilassamento mentale attraverso la meditazione, focalizzando l’attenzione su una serie di oggetti e pensieri fissi ed evitando pensieri negativi che generano stress

Tecniche comportamentali

Formazione assertiva

Incoraggia l’autostima ed evita la reazione allo stress, facilita l’individuo ad esprimere i propri sentimenti, desideri e bisogni in modo chiaro, chiaro e inequivocabile prima degli altri.

👉 Componenti della comunicazione assertiva: impara ad usarli

👉 4 tecniche assertive per gestire le critiche

Formazione sulle abilità sociali

osservazione dei comportamenti che hanno maggiori probabilità di raggiungere il successo e comportarsi in sicurezza in situazioni reali

Tecnica di soluzione dei problemi

Con l’identificazione del problema della forma chiara e precisa, si cercano diverse proposte basate sulla soluzione del problema, si scelgono i passi pratici da eseguire la soluzione del problema e la sua esecuzione.

👉 Come affrontare i conflitti

Modellizzazione sotto copertura

Le sequenze di comportamenti negativi vengono modificate per il soggetto cambiandole per comportamenti soddisfacenti per il soggetto.

Alternative a una migliore uso del tempo

  • Determinare obiettivi e priorità
  • Prendere decisioni su cosa fare e cosa non fare
  • Determinare blocchi di tempo produttivo e tempo libero
  • Lasciare margini di tempo per gli imprevisti.
  • ] Approfitta dei tempi sparsi inutili.
  • Lascia i margini di tempo per gli imprevisti.
  • Pianifica i tempi per attività non essenziali ma necessarie. [19659006] Filtrare richieste e saper dire NO
  • Anticipare i compiti per evitare ulteriori agglomerati
  • Conoscere e migliorare la capacità lavorativa
  • Essere in grado di delegare.
  • Focalizzare l’attenzione su ciò che viene
  • Dedica alcuni minuti alla programmazione.
  • Approfitta delle ore di massimo rendimento.

👉 Guida alla gestione del tempo: liberati dallo stress e guadagna benessere

Strategie individuali per ridurre lo stress del lavoro

  • ] Cerca il sostegno familiare e sociale e chiedi agli amici di raccontare il problema.
  • Sai come dire NO ed esprimere le nostre opinioni, opinioni e diritti nel ferire gli altri.
  • Evita i pensieri negativi quando non sono necessari. [19659006] Valutare gli eventi difficili come una sfida per migliorare certe abilità, aumentando la convinzione della nostra auto-efficacia.
  • Imparare a gestire il tempo.
  • Imparare a rilassarsi.
  • 006] Affrontare direttamente i problemi
  • Fare sport

Tecniche di intervento sull’organizzazione

L’azienda deve collaborare alla prevenzione dello stress lavorativo per i suoi dipendenti che genera conseguenze dannose come congedi per malattia, produzione e aumento inferiori di costi economici.

L’organizzazione della società dovrebbe facilitare lo sviluppo delle seguenti misure preventive:

  1. Struttura organizzativa decentrata che promuove il decentramento nel processo decisionale, evitando di creare strutture rigide e facilitando il creazione di subunità che abilitano il senso di appartenenza, organizzando l’adeguamento del processo decisionale ai bisogni della situazione.
  2. Raggiungere uno stile di supervisione ottimale mirato a migliorare le capacità di ciascun lavoratore. Assertiva leadership che sceglie la supervisione con fermezza e flessibilità
  3. Stabilire canali che facilitino una comunicazione efficace a livello orizzontale e verticale dell’azienda che deve fornire informazioni chiare, coerenti e accurate a tutti i suoi lavoratori.
  4. Promuovere la partecipazione dei dipendenti alla creazione di gruppi di miglioramento con apertura al dialogo, a gruppi di lavoro.
  5. Sviluppa un documento che rifletta la cultura aziendale in cui si riflettono i valori che l’azienda riflette. l’organizzazione supporta e può trasmettere le strategie, gli scopi e la natura degli stessi che stabilisce le priorità delle organizzazioni e l’impegno della salute e della sicurezza dei propri dipendenti.
  6. Stabilire principi di uguaglianza e protocolli contro molestie morali e sessuale al lavoro

Strategie orientate alla posizione e al suo adattamento al lavoratore

  1. Scelta e adeguamento adeguati alla posizione del lavoratore: seleccio Dare un profilo adeguato a ciascun lavoro del lavoratore, ottimizzando il profilo di ogni persona.
  2. Stabilire piani di formazione e sviluppo professionale individualizzato migliorando la capacità di attitudine-attitudine di ogni persona ed è importante riconoscere e premiare i meriti del Persona
    • Chiarire i ruoli e adeguare i carichi di lavoro dei lavoratori per evitare ambiguità nei compiti da svolgere.
    • Evita la monotonia e l’eccessiva ripetitività delle attività facilitando l’alternanza di compiti e funzioni.
    • Promuovere l’autonomia dei lavoratori. Incoraggiare lo sviluppo delle loro capacità aumentando la soddisfazione.
    • Stabilire turni e orari flessibili adattati
    • Intervento su condizioni ambientali come un’illuminazione adeguata che illumina bene e non causa abbagliamento. Controllo del livello di rumore perché un ambiente rumoroso si traduce in nervosismo, aggressività e sfiducia. Una temperatura e un’umidità adeguate senza eccessi di freddo o calore. I colori delle pareti e dei mobili devono essere morbidi e rilassanti come il bianco, il beige, il blu, il verde, ecc.

L’implementazione di misure per combattere lo stress in azienda dovrebbe essere progressiva e continua.

  1. con la partecipazione attiva dei delegati della sicurezza dell’azienda, del datore di lavoro e dei lavoratori.
  2. Valutare e valutare gli effetti causati dai cambiamenti introdotti nell’organizzazione dell’azienda.
  3. Il tempo di adattamento è necessario per il nuovo situazione dell’azienda

Bibliografia

Corso di stress lavorativo del consiglio comunale di Madrid