Cresce l’offerta del caffè in cialde e capsule

Cresce l’offerta del caffè in cialde e capsule e sempre più italiani preferiscono le macchine da caffè automatiche al bar

Macchine del caffè sempre più economiche e vantaggiose offerte di comodato d’uso hanno permesso alla maggior parte delle nostre case di essere dotate di una macchina da caffè in cialde o capsule automatica. La mancanza di tempo e il bisogno sempre più impellente di praticità sta rendendo la moka, la caffettiera tradizionale, obsoleta.Ma emerge anche una nicchia di oltre venti aziende molto competitive, che propongono con successo cialde e capsule Caffe Foschi, Lavazza o Dolce Gusto, a marchio proprio. L’obiettivo di queste aziende è quello di offrire una miscela di alta qualità impiegabile senza essere vincolati dalla forma e dalla tipologia di capsula, ma un altro grande punto di forza è la produzione di capsule biodegradabili.

Pochi sanno che l’origine del suo nome, Moka, scelto da Luigi De Ponti e Alfonso Bialetti nel lontano ’33, si ispira alla citta dello Yemen Mokha, tra le più antiche aree di coltivazione produzione di caffè arabico. Il prodotto dal design industriale tutto italiano, riconoscibile in tutto il mondo e già presente nella collezione permanente del MoMA di New York e della Triennale Design Museum di Milano, potrebbe diventare tra pochi anni un vero e proprio pezzo da museo.

Le nuovissime e scintillanti macchine da caffè automatiche, non sono più semplici elettrodomestici ma complementi d’arredo, soggette ai trend dell’home design. La praticità è la velocità con cui si può preparare il caffè in ogni momento della giornata ha sicuramente favorito la sua diffusione, ma anche il sapore del caffè espresso come quello che si trova al bar ha ampiamente contribuito.

Le miscele di caffè tostato infatti, nonostante il costo medio al kg di soli 10€, nettamente inferiore i 48€ al kg delle capsule, registrano un calo nelle vendite. Se già nel 2013 il caffè in capsule veniva visto come un fenomeno, oggi è una vera e propria esplosione. I primissimi in quegli anni a cavalcare l’onda del +20% annuo di fatturato sono stati sicuramente Lavazza e Nespresso, del gruppo svizzero Nestlé. Mentre le miscele per caffettiera, i grani, il caffè solubile, registravano un sensibile calo del -9%.

Allineati a questi trend positivi sono anche i consumi ai distributori automatici, utilizzati da 30 milioni di italiani, che uniti ai fruitori di caffè in capsule, generano un fatturato annuo di oltre 3,4 miliardi di euro, +3,1% rispetto al 2014.

Dai dati Iri del 2013, il mercato del caffè era dominato per il 65% dai 3 principali player di settore. Negli anni a seguire però la competitività del settore è decisamente aumentata, riducendo il predominio del mercato dei maggiori player dal 69,8% del 2014 al 69,2% del 2015.

Molti rivenditori di capsule e cialde per caffè hanno infatti spostato con successo il loro business verso la realizzazione e la vendita di capsule compatibili a marchio proprio. I consumatori abituali di caffè porzionato non sono più fidelizzati come un tempo e sono sempre più propensi a provare nuove miscele grazie all’opportunità di poter impiegare la propria macchina con capsule non originali.

Il potere acquisito negli anni da Lavazza, Nespresso, Illy, Necsafé, viene destabilizzato principalmente dai competitor online, che propongono scontistiche vantaggiose e prezzi competitivi. Anche i canali di vendita più tradizionali come OCS (Office Coffee Service), risentono di questa competitività senza confini, che permette di acquistare liberamente online.

Come già detto, le principali case di produzione di caffè in capsule che registrano aumenti del +20% di anno in anno sono solo 6. Lo scorso anno Nescafè Dolce Gusto si è affermato il miglior player, con un incremento del +34%, a seguire Caffè Borbone, Caffitaly System, Caffè Vergnano e Nespresso.

Jean-Paul Gaillard, ex Ceo di Nespresso, oggi fondatore di Ethical Coffee Company, utilizza il termine disastro parlando del riciclo delle bellissime e coloratissime capsule in alluminio che sono l’emblema e la forza del colosso Nestlè.Ognuna contiene solo 5-6 g di caffè e richiede 500 anni per decomporsi. Nonostante l’alluminio sia riciclabile all’infinito, non bisogna sottovalutare in primis i costi di estrazione dal minerale, e poi la pulizia, l’asciugatura e lo smaltimento delle capsule.

Sempre più persone oggi sono sensibili al packaging sostenibile e decidono di conseguenza di acquistare da altri produttori, senza rinunciare al caffè espresso a casa propria o in ufficio.

 

Insalata di orzo perlato con spinaci e cipolla arrostita –

 

Sono stato ispirato a preparare questa insalata di orzo perlato con spinaci e cipolle arrostite, in un pacchetto di farro che ho portato dalle mie vacanze europee. Il farro è un tipo di grano integrale che viene utilizzato molto per le insalate e che può essere perfettamente sostituito dall’orzo perlato.

Quindi l’insalata che vi porto oggi ha orzo perlato, un cereale con molte vitamine e minerali, che non è solo utile come parte del processo di produzione di whisky e birra :). È uno dei cereali più coltivati ​​al mondo dopo riso, mais e grano. È molto facile trovarlo al supermercato, nella sala dei cereali e delle farine, ad un prezzo molto economico.

Penso che questo piatto possa anche essere un’ottima opzione per le persone che un giorno vogliono pranzare senza carne. In effetti, il giorno in cui ho preparato la ricetta, ho mangiato solo questa insalata a pranzo e sono rimasto più che perfetto fino a tardi.

 Insalata di orzo perlato con spinaci e cipolle arrostite

 Insalata di orzo perlato con spinaci e cipolle arrostite

Insalata di orzo perlato con spinaci e cipolle arrostite

]

4 persone

Ingredienti

Per insalata

1 tazza di orzo perlato

Sale qb

1 grande cipolla rossa tagliata a spicchi

1 pacchetto di spinaci * pulito

2 cts olio d’oliva

1 tz di foglie di prezzemolo

3/4 di noci pecan tritate

* Spinaci francesi in una copertura di cellophane. Le sue foglie sono più morbide di quelle che vendono il peso.

For the Dressing

3 cucchiai di tahini *

2 cucchiai di succo di limone

1 cucchiaio di sciroppo di miele puro [19659002] 1/4 di acqua filtrata

1 spicchio d’aglio grattugiato

1/2 cucchiaino di arancia grattugiata

] Sale e pepe macinato fresco

* Pasta di sesamo o di sesamo

Preparazione

  • Per il condimento del tahini, metti tutto in una ciotola e mescola bene. Riserva
  • Per l’insalata, lavare l’orzo, metterlo in una casseruola media, coprire con acqua fredda e aggiungere sale a piacere. Portare a ebollizione, abbassare la fiamma e cuocere per 30 minuti. Deve essere leggermente al dente.
  • Filtrare immediatamente l’orzo, aggiungere acqua e ghiaccio per tagliare la cottura. Una volta freddo, filtrare e conservare.
  • Riscaldare un piatto, preferibilmente con delle striature, per marcare le verdure.
  • Mescolare le fette di cipolla con 1 cucchiaino di olio, sale e pepe. Griglia sulla piastra. Rimuovere e prenotare.
  • In una ciotola mettere le foglie di spinaci. Distribuire 1 cucchiaino di olio d’oliva, sale e pepe. Mescolare bene con le dita in modo che ogni foglia sia impregnata.
  • Mettere gli spinaci sulla piastra calda e arrostire lato e lato per un paio di minuti. Rimuovere e prenotare.
  • In una grande ciotola mettere l’orzo, gli spinaci, la cipolla, le foglie di prezzemolo e mescolare con il condimento tahini. Vai alla fonte che porterai sul tavolo e distribuisci le noci pecan tritate in cima e altre foglie di prezzemolo.

 insalata di orzo perlato con spinaci e cipolle arrostite
 insalata di orzo perlato con spinaci e cipolle arrostite
 insalata di orzo perlato con spinaci e cipolle arrostite

Crumble di Broccoli e cavolfiore –

 

Questo crumble di broccoli e cavolfiori, ispirato alle sbriciolate di frutta, è perfetto per mangiare queste verdure in un modo diverso. In un pranzo semplice, durante la settimana, come piatto unico, accanto a una grande insalata. O di notte, in una cena più formale, che accompagna un tacchino o un pollo arrosto, un lombo, una specie di pesce. Servito in fonte o in singoli pozzi refrattari. È molto bello.

Ti dico che broccoli e cavolfiori appartengono alla stessa famiglia di piante, classificate come super alimenti, per le loro meravigliose proprietà antiossidanti, l’apporto di calcio, vitamine e minerali. La cosa migliore è che sono a basso contenuto di calorie.

Il mio consiglio, il broccoli e il cavolfiore si sbriciolano, è meglio mangiarlo subito dopo che è uscito dal forno, in questo modo sfruttano la croccantezza della copertura e il succoso ripieno. [19659004]

 broccoli e cavolfiore si sbriciolano

 broccoli e cavolfiore si sbriciolano

Brocoli e cavolfiore si sbriciolano

4 persone

Ingredienti

Per riempire

1 broccoli

1 cavolfiore

1 cucchiaio di burro o burro chiarificato

1 porro tritato

1 ramo di sedano tritato

1 carota tritata

2 foglie di alloro

3 rametti di timo fresco [19659005] Sale e pepe macinato fresco

1 cucchiaino di farina

1 tazza di brodo vegetale caldo

Per il crumble

1 tazza di farina di mandorle

1 tazza di panko

1 tazza di parmigiano grattugiato

1 tazza di mandorle affettate

1 cucchiaino di paprika

1/4 cucchiaino di noce moscata

Sale e pepe macinato fresco

1/2 tz cubetti di burro freddo

Preparazione

-Bianco i broccoli e il cavolfiore

-In una padella scaldare il burro o il burro chiarificato e rosolare il porro, il sedano e la carota con l’alloro,

timo, sale e pepe. Da 5 a 6 minuti.

-Spargere la farina, mescolare e aggiungere il brodo vegetale. Cuocere per circa 3 minuti e

rimuovere.

-Riscaldare la griglia.

-Per il crumble mescolare tutti gli ingredienti e infine aggiungi il burro freddo e con le

dita o una forchetta unisci velocemente fino ad ottenere una miscela grintosa.

-Anche lo stampo, aggiungi il ripieno e copri con l’impasto del crumble.

-Portare e cuocere per 4 o 5 minuti.

-Servare immediatamente.

Opzioni

1- Se hai preparato la ricetta in anticipo e fa freddo, devi cuocere lo stampo per circa 15 minuti e poi farlo dorare.

2- Se è appena preparato e il ripieno è ancora caldo, solo gratinate da 4 a 5 minuti.

 broccoli e cavolfiore si sbriciolano

 broccoli e cavolfiore si sbriciolano

 broccoli e cavolfiore si sbriciolano [19659005]  broccoli e cavolfiore si sbriciolano

 broccoli e cavolfiore si sbriciolano

 broccoli e cavolfiore si sbriciolano

 broccoli si sbriciolano e cavolfiore

Tortilla spagnola –

Omelette spagnola, omelette di patate, omelette di patate o omelette spagnola.

Con tutti questi nomi è conosciuta questa delizia della cucina spagnola, che serve come tapa (piqueo). Può essere fatto solo con patate e uova, prendere cipolle, anche chorizo ​​o sobreasada, peperoni rossi … Ci sono così tante ricette, con così tante trame, con tanti tagli di patate, che non troveremo mai quella giusta, piuttosto, quella “corretta” sarà quello che ci piace di più a ciascuno

 

Personalmente faccio questa frittata spagnola molti anni fa, non è la tortilla più ortodossa, ma se riesco a risparmiare un po ‘di olio nel mio corpo, lo faccio con piacere. In un primo momento friggete le patate come intese Dio, ora leggermente imbevute di un po ‘di olio extravergine d’oliva, poi sotto la fiamma al minimo e tappate la padella, in modo che siano fatte con la cipolla.

qui la mia versione della frittata spagnola. È importante usare un buon olio d’oliva e uova fresche, se sono molto meglio sul campo.

 Tortilla spagnola

 Tortilla spagnola

Un suggerimento per una colazione o un brunch in stile spagnolo: pane con pomodoro, prosciutto serrano, uova fritte, formaggio Manchego e omelette spagnola o omelette di patate. Queste ricette e foto sono state fatte per l’edizione della rivista Sambo del quotidiano El Universo di ottobre.

 

Tortilla spagnola

Ingredienti

6 patate medie

1-1 / 2 cipolline medio perlato

1/2 bicchiere di olio d’oliva [19659002] 7 uova grandi

2 cucchiai di latte * (facoltativo)

Sale / pepe

2 cucchiai di olio di oliva

2 cucchiai di burro

* Aiuta la tortilla ad essere un po ‘più tenera.

Preparazione

  • Sbuccia le patate e tagliatele a fette.
  • Trita la cipolla e tagliala a julienne.
  • Metti l’olio in una padella, scaldalo e aggiungi le patate. Muovili delicatamente, dopo circa 5 minuti aggiungi la cipolla e il sale. Mescolare accuratamente senza disfare le patate. Abbassare la temperatura al minimo e coprire per circa minuti fino a quando le patate sono cotte. Togliere dal fuoco e lasciare riscaldare.
  • In una ciotola, rompere le uova e batterle leggermente con il latte, sale e pepe. Incorporare la miscela di patate e cipolla alla ciotola con le uova e unire tutto delicatamente. Lasciare riposare per 5 minuti.
  • Riscaldare una padella, aggiungere 1 cucchiaio di olio d’oliva + 1 cucchiaio di burro. Sposta il piatto in modo che la base e i bordi siano ben impregnati. Quando il burro si scioglie e la padella è calda (senza fumare), aggiungi il composto di patate e uova.
  • Muovi la padella leggermente, per controllare che si formi uno strato e che la tortilla non sia bloccata. Abbassare il bruciatore al minimo.
  • Dopo 5 minuti, con l’aiuto di un panno, prendi la maniglia della padella più vicina alla base, metti un piatto grande sopra e gira la padella in modo che la tortilla cada delicatamente sul piatto.
  • Aggiunga il resto dell’olio d’oliva e del burro sulla teglia, stendi i bordi e aggiungi la tortilla sul lato crudo, facendola scivolare delicatamente nella padella. Con l’aiuto di una piccola spatola, mettere i bordi in disordine in modo che sia arrotondato. Lasciare un paio di minuti, rimuoverlo e girarlo sul piatto in cui lo presenteranno. Se preferiscono la tortilla più soda e cagliata, la lasciano ancora per qualche minuto.
  • Possono essere serviti a temperatura ambiente o freddi.

 Tortilla spagnola

 Tortilla spagnola

 Tortilla spagnola [19659002]

 omelette spagnola

 omelette spagnola

 omelette spagnola

 omelette Spagnolo

Cous cous di cavolfiore –

Il couscous di cavolfiore, è un piatto leggero, facile da realizzare, economico. Perfetto per sostituire il couscous tradizionale di grano o riso. È versatile perché può essere mescolato con spezie, salse, servito freddo come parte di un’insalata o caldo come questa ricetta.

 

Il cavolfiore, legato ai broccoli, è composto per lo più di acqua, quindi il suo apporto calorico è molto basso. Esistono specie di colori diversi, come il giallo e il viola, ma qui di solito troviamo il bianco. Il suo odore caratteristico quando cuciniamo ha detrattori, soprattutto bambini. L’odore è dovuto alle sostanze fitochimiche della pianta, componenti meravigliosi che danno incredibili benefici al nostro corpo, soprattutto per disintossicare e prevenire le malattie.

Questa ricetta è stata fatta alcuni mesi fa in un corso di cucina e la gente l’adorava . È speciale per le persone che vogliono prendersi cura della loro dieta, per coloro che hanno bisogno di includere molte verdure in esso in un modo più creativo o semplicemente per gli appassionati di questo vegetale co

 couscous di cavolfiore

 couscous di cavolfiore

 couscous di cavolfiore

 couscous di cavolfiore

Couscous di cavolfiore

Ingredienti

Per il cous cous

1 cavolfiore

Sale

1 cucchiaio di olio d’oliva

1 spicchio d’aglio grattugiato

1 cucchiaino di curcuma

1 cucchiaino di scorza di limone

Per accompagnare

Salsa di tahine

Preparazione

  • Lavare il cavolfiore e rimuovere i grappoli dal tronco
  • Metti i grappoli nel processore e premi a poco a poco fino ad ottenere i grani della dimensione del riso. Se non hanno un processore, possono grattarlo.
  • Copri la base di una pentola o di una padella con un dito di acqua purificata.
  • Aggiungi il cavolfiore, sale e mescola. Livellare la superficie e coprire
  • Cuocere solo 5 minuti.
  • Riscalda la stessa padella, metti l’olio, l’aglio e la curcuma. Aggiungere il couscous di cavolfiore, mescolare alcuni secondi e rimuovere.
  • Aggiungere la scorza di limone.
  • Servire caldo accompagnato da salsa Tahine e Labneh.

 couscous di cavolfiore

 couscous di cavolfiore

 couscous cavolfiore

 couscous di cavolfiore

 couscous di cavolfiore

 couscous di cavolfiore [19659002]

 couscous di cavolfiore

 couscous di cavolfiore