Burnout, la sindrome dell’eccessivo lavoro

 

Il burnout è una sindrome di esaurimento fisico, stanchezza, bruciore e malessere . Questa patologia è causata da determinate condizioni di lavoro.

Masnach e Jabson definiscono burnout come un’esperienza di esaurimento emotivo, spersonalizzazione e riduzione della realizzazione personale [19659004] L’esaurimento emotivo farebbe riferimento alle sensazioni di esercizio fisico e di noia emotiva che si verificano come conseguenza delle continue interazioni che i lavoratori devono avere con gli altri utenti.

  • La spersonalizzazione ] sviluppare atteggiamenti e risposte critiche nei confronti dei lavoratori a cui forniscono i loro servizi.
  • Il ha ridotto l’adempimento personale comporta la perdita di fiducia nell’adempimento personale e la presenza di un concetto di sé negativo.

 

Il burnout è un processo continuo che viene gradualmente stabilito per causare nell’individuo i sintomi tipici della sindrome

È una conseguenza di eventi stressanti che disperdono un individuo a subirlo.

Fasi del processo di burnout

Fase iniziale di entusiasmo

Il nuovo lavoro è vissuto come entusiasmo e grande energia e danno aspettative positive, non importa nulla per prolungare la giornata lavorativa.

Fase di stagnazione

Le aspettative professionali non sono soddisfatte. Iniziano a valutare la considerazione del lavoro percependo che la relazione tra lo sforzo e il lavoro non è bilanciata, che sorge uno squilibrio tra richieste e risorse e genera un problema di stress psicosociale.

Fase di frustrazione

L’individuo cade in uno stato di frustrazione, demoralizzazione o delusione. Il lavoro non ha senso, qualsiasi cosa irrita e causa conflitti nel gruppo di lavoro. La salute può iniziare a fallire e possono comparire conflitti emotivi e comportamentali.

Fase apatica

Si verificano cambiamenti comportamentali e attitudinali, come la tendenza a trattare i clienti in modo distaccato e meccanico, dando priorità agli interessi personali

Fase di masterizzazione

C’è un collasso emotivo e cognitivo con conseguenze importanti per la salute e costringe il lavoratore a lasciare il lavoro e trascinarlo in una vita professionale di insoddisfazione e frustrazione.

Fattori che innescano burnout o stressors

L’origine del problema sta nell’ambiente di lavoro e in alcune condizioni di lavoro. Vediamo i fattori che promuovono il burnout .

Il tipo di professione

È più comune tra professionisti della salute, insegnanti, agenti penitenziari, servizi sociali e forze dell’ordine. Si verifica nelle professioni in cui il lavoratore fornisce un servizio alle persone. Il disallineamento tra aspettative e realtà può causare la frustrazione nel sentire che il loro lavoro non è utile ma sprecare.

I lavoratori che ne soffrono sono solitamente persone che hanno un alto impegno professionale ma le cui aspirazioni sono frustrate.

La variabile organizzativa

  • Struttura organizzativa molto gerarchica e rigida con mancanza di supporto strumentale da parte dell’organizzazione
  • Eccesso di burocrazia o burocrazia personalizzata.
  • Mancanza di
    • partecipazione dei lavoratori.
    • coordinamento tra le unità.
    • rinforzo o ricompensa.
    • sviluppo professionale.
    • formazione pratica dei lavoratori nelle nuove tecnologie.

La progettazione del posto di lavoro

Diventa un fattore di stress per il lavoratore quando non puoi agire su fattori come il controllo del tempo e l’ambiguità del ruolo.

  • Sovraccarico di lavoro, richieste emotive e int eraccioni con il cliente.
  • Scompenso tra responsabilità e autonomia.
  • Mancanza di tempo per l’attenzione per l’utente (paziente, cliente, subordinato)
  • Disfunzioni di ruolo: conflitto, anzianità e sovraccarico di ruolo.
  • Eccessivo carico emotivo
  • Mancanza di controllo dei risultati di un compito
  • Mancanza di sostegno sociale
  • Compiti incompiuti che non hanno fine
  • Stressori economici
  • Insoddisfazione sul lavoro [19659046] Rapporti interpersonali
    • Trattamento con utenti complicati o difficili
    • Rapporti conflittuali con i clienti
    • Tensioni e conflitti competitivi tra lavoratori e utenti
    • Mancanza di sostegno sociale
    • Mancanza di collaborazione tra gli utenti.
    • Processo di contagio sociale della sindrome di essere bruciato.

    La variabile individuale

    • Alto grado di empatia.
    • Alto grado di altruismo.
    • Basso autoe Stima .
    • Costanza in azione.
    • Tendenza al coinvolgimento emotivo.
    • Bassa auto-efficacia.
    • Capacità sociali ridotte.
    • Età. È più frequente nelle persone con più di 40 anni di età nella posizione (più di 15 anni).

    Conseguenze del burnout

    Nel lavoratore c’è un danno cognitivo che consiste nell’apparire frustrazione e disincanto professionale e in una crisi di capacità percepita dall’esercizio dell’attività professionale e del disincanto.

    Il deterioramento affettivo è accompagnato da esaurimento emotivo e sensi di colpa.

    il deterioramento dell’atteggiamento è legato agli atteggiamenti di cinismo, indolenza e indifferenza verso i clienti e l’organizzazione stessa.

    Sintomi di burnout

    Psicosomatica

    Stanchezza per esaurimento e malessere con mal di testa, dolori muscolari , disturbi del sonno, ulcere e altri disturbi gastrointestinali, perdita di peso e disagio quali ipertensione e attacchi di asma.

    Comportamenti comportamentali

    Specializzati in relazione al cliente come assenteismo, abuso di barbiturici, stimolanti e altri tipi di sostanze come caffè, tabacco, alcol, ecc., Improvvisi sbalzi d’umore, incapacità di vivere in modo rilassato, incapacità di concentrazione, superficialità nel contatto con gli altri, comportamenti ad alto rischio e comportamenti iperattivi e aggressivi

    Emotivo

    Esaurimento emotivo, sintomi disforici, distensione affettiva con auto-protezione, ansia, senso di colpa, impazienza e irritabilità, sensazione di solitudine, basso tolleranza alla frustrazione, sentimenti di impotenza, disorientamento e noia

    Attitudinale

    Con atteggiamenti di sfiducia, cinismo, apatia e ironia nei confronti dei clienti di ostilità e organizzazione sospetta

    Social

    Con atteggiamenti negativi verso la vita in generale, diminuendo la qualità della vita personale e aumentando Problemi con la coppia ei familiari

    Organizzazione del lavoro

    Compromissione della comunicazione e delle relazioni interpersonali, diminuzione della capacità lavorativa e dell’impegno e riduzione delle prestazioni e dell’efficacia

    Trattamento del burnout [19659021] Il burnout viene valutato il problema con questionari e interviste diagnostiche condotte da esperti in medicina del lavoro e psicologi.

Lo sapevate che la Corte suprema ha riconosciuto la sindrome del burnout il 26 ottobre 2000 come un infortunio sul lavoro?

Il contatto sociale è l’antidoto per natura dello stress. La faccia e il cuore devono essere collegati l’un l’altro dal cervello. Parlare faccia a faccia con un ascoltatore può aiutare a sbloccare lo stress; parlare con uno psicologo, amici, familiari e persino colleghi e capi.

È essenziale promuovere la comunicazione assertiva sul posto di lavoro e con clienti, pazienti e studenti.

È necessario migliorare relazioni sociali con capi e colleghi.

Modifica il modo in cui vedi il lavoro

  • Valorizza maggiormente il tuo lavoro, specialmente ciò che può aiutarti a migliorare la tua soddisfazione personale. Il fallimento interprétalos come insegnamento.
  • Stabilisci priorità nel tuo lavoro e impara a dire in modo assertivo
  • Prendi tempo libero per riposarti dal lavoro.

Praticare abitudini salutari

  • Fare sport per ] ridurre lo stress da lavoro : ginnastica, nuoto yoga ecc.
  • Mangiare sano ed equilibrato riducendo il consumo di zuccheri semplici, grassi saturi e aumentando il assunzione di frutta e verdura e di cibi ricchi di grassi insaturi come acidi grassi omega 3 e 6.
  • Evitare di fumare e alcolismo .
  • Migliora i tuoi tempi di riposo e dormi meglio di notte.
  • Rilassati con tecniche di rilassamento creativo

 linee guida per evitare la sindrome di burnout

Ulteriori informazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *